[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 24/11/2020

Sezione Stazione appaltante

Comune di Genova
GAGGERO ANGELA ILARIA

Sezione Dati generali

PROCEDURA APERTA TELEMATICA PER L'APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE PRESSO GLI UFFICI COMUNALI SUDDIVISO IN TRE LOTTI PER IL PERIODO 01.06.2020 31.05.2023
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
3.903.169,02 €
14/01/2020
27/02/2020 entro le 12:00
G00264
Conclusa - Aggiudicata

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
Busta tecnica
  • RELAZIONE TECNICA
  • ELENCO PRODOTTI
  • ALLEGATO A
  • ALLEGATO B
  • copia conforme delle certificazioni possedute di cui al punto 18.1. del Disciplinare
Busta economica
  • Offerta economica

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 19/02/2020
    R: OGGETTO: SERVIZIO DI PULIZIA A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE PRESSO GLI UFFICI COMUNALI LOTTO 1 - DOMANDA: In riferimento alla gara in oggetto e nello specifico a quanto previsto nell'Allegato 2 SCHEDE ATTIVITA' ORDINARIE DI PULIZIA si chiede conferma che la detersione dei vetri esterni degli uffici ubicati nel Matitone Via di Francia NON E' in capo alla Società Aggiudicataria. RISPOSTA: Si conferma che la detersione dei vetri esterni del Matitone non è richiesta alla società Aggiudicataria. Ciò si evince anche dall'allegato "sedi e superfici Lotto 1" pubblicato sul sito cui si rimanda e dove sono indicate le superfici interne delle vetrate da pulire. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 19/02/2020
    R: chiarimento - DOMANDA: si chiede se nel computo delle pagine della relazione tecnica rientri anche il piano di assorbimento del personale. RISPOSTA: Per la risposta si rimanda ad analogo quesito ed alla relativa risposta pubblicati sul sito in data 30.01.2020 dove si legge che il progetto di assorbimento del personale non è escluso dal conteggio delle facciate richieste per la stesura della relazione tecnica. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 18/02/2020
    R: Richiesta chiarimenti - DOMANDA: Facciamo seguito ai quesiti del 05/02-31/01-30/01-27/01-20/01 ed alle relative risposte per chiedere un ulteriore chiarimento in merito alle ore minime richieste dalla documentazione di gara (Lotto 1: 81.417 - Lotto 2: 67.784 - lotto 3: 48.475) e precisamente se sia riferito alle ore lavorate (non contrattuali) escluse quelle necessarie per le attività di coordinamento e controllo. RISPOSTA: Si conferma quanto precisato nei precedenti chiarimenti pubblicati sul Portale. Si tratta quindi di ore minime lavorate come si legge nei documenti di gara (cfr. quanto riportato in calce a ciascuna tabella del punto 3 del disciplinare). DOMANDA: L'articolo 9 del disciplinare prevede la possibilità di subappaltare parti del servizio nei limiti del 40% dell'importo complessivo del servizio. Chiediamo conferma che l'accettazione del subappalto sia legata alla verifica di capacità tecnica (art.16 del Capitolato) ivi compreso il possesso delle certificazioni di cui al capitolo C della Relazione Tecnica (Rating di Legalità, Asse.Co, Ecolabel e Iso 45001). RISPOSTA: Si conferma per i requisiti di capacità tecnica, in quanto requisiti necessari per eseguire la prestazione ex art. 105 del D.Lgs. 50/2016. La ditta sub-appaltatrice non deve necessariamente possedere le certificazioni di cui al Capitolo C della Relazione Tecnica. DOMANDA: In merito al criterio 2.1 ore complessive annue chiediamo conferma che ai fini del calcolo del punteggio verrà utilizzato il delta fra le ore minime e le ore offerte e che le stesse non devono comprendere l'attività di coordinamento e controllo. RISPOSTA: Si conferma quanto stabilito negli atti di gara, ribadendo comunque che la valutazione effettiva verrà svolta nell'opportuna sede dalla Commissione. Invitiamo ad esprimere con chiarezza e concisione quanto si offre. DOMANDA: In riferimento al file Allegato prezzi Lotti 1-2-3 siamo ad evidenziare quanto segue: a.I mq individuati in tale allegato non corrispondono alle superfici indicate nel file Sedi e superfici Lotti 1-2-3. Si chiede quali siano le superfici da prendere a riferimento. b.Moltiplicando i mq dell'allegato prezzi per i valori /mq mese riportati, il valore economico totale (di tutti e tre i lotti) non risulta coerente con i valori a base d'asta indicati nella documentazione di gara. Per avere una coerenza matematica si chiede di rivedere i valori indicati nell'Allegato sopra citato. RISPOSTA: I mq indicati nell'Allegato prezzi lotto 1-2-3 e nel documento sedi e superfici lotto 1-2-3 coincidono. Si rimanda a quanto indicato nei documenti di gara e al chiarimento pubblicato in data 30.01.2020: La quantificazione è stata effettuata tenendo conto del costo del lavoro, delle altre componenti di costo e lasciando spazio economico per eventuali proposte migliorative. DOMANDA: In riferimento allo Schema di Relazione Tecnica Capitolo 3.1 ed alle precedenti richieste di chiarimento e relative risposte vogliamo evidenziare come, nell'ambito delle attrezzature professionali, l'etichettatura relativa al consumo energetico sia o era riferita unicamente ad aspirapolveri e battitappeto. Chiediamo che per tutte le altre tipologie di apparecchiatura venga chiarito l'unità di misura della classe di consumo energetico da indicare (W, KW, Kw/h ecc). RISPOSTA: Il punto 3.1. premia il possesso della classe A o superiore delle apparecchiature. La Commissione valuterà in base a quanto disposto dal disciplinare e dalle varie indicazioni già fornite nei chiarimenti pubblicati. DOMANDA: Relativamente al requisito di capacità economico- finanziario punto 7.2 del disciplinare di gara, siamo a chiedere se una polizza RCT/RCO con massimali pari ad Euro 10.000.000,00 per tutte le voci (Responsabilità civile verso terzi per sinistro - per persona - per danni a cose e per Responsabilità civile verso i prestatori di lavoro per sinistro) ad eccezione della voce Responsabilità Civile verso prestatori di lavoro per persona pari invece ad Euro 5.000.000,00 sia rispondente al requisito richiesto. RISPOSTA: Il disciplinare non indica sub limiti. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 18/02/2020
    R: Richiesta di chiarimenti - INTEGRAZIONE DELLA RISPOSTA RESA IN DATA 13.02.2020 ALLA SEGUENTE DOMANDA: per effettuare il versamento dell'imposta di bollo tramite F23 si chiede di specificare il codice ufficio presso cui effettuare il versamento. RISPOSTA: in rettifica a quanto indicato nel Disciplinare di gara, si precisa che ai fini del pagamento della marca da bollo con il mod. F24, il codice tributo da indicare è "2501". E' altresì possibile assolvere l'imposta di bollo tramite F23 indicando il cod. ufficio o ente "TLG" ed il codice tributo "456T". IL RUP
  • Pubblicato il 13/02/2020
    R: Richiesta di chiarimenti - DOMANDA: Con riferimento al chiarimento pubblicato in data 05/02, che si riporta di seguito:"R: Richiesta di chiarimenti - DOMANDA: con riferimento al chiarimento pubblicato il 30/01/2020, si chiede conferma che, per modelli di aspirapolvere progettati e commercializzati prima dell'annullamento del 8/11/18 della Corte UE e tutt'ora in produzione, sia sufficiente indicare in offerta l'eventuale possesso di etichettatura (ex) A, per la relativa attribuzione del punteggio tecnico. RISPOSTA: Si conferma: bisogna indicare la classe e la data indicativa di acquisto del bene. Il RUP A.I.Gaggero" Si richiede di specificare che per data indicativa di acquisto del bene, si intenda conforme anche l'indicazione della data indicativa di produzione e commercializzazione del modello del bene, in quanto, sulla base dell'interpretazione della risposta fornita, un medesimo modello di aspirapolvere potrebbe essere stato materialmente acquistato prima dell'annullamento (sentenza 8/11/18), concorrendo all'attribuzione del punteggio ed acquistato successivamente al suddetto annullamento (es. gennaio 19 o ancora da acquisire), non concorrendovi. Si chiede quindi di confermare che è la classe del modello di aspirapolvere offerto ad essere valutata e non l'acquisto materiale di specifici beni prima dell'annullamento dell'etichetta, tra l'altro presumibilmente impiegati presso altri appalti dell'offerente. RISPOSTA: La Commissione valuterà in base a quanto disposto dal disciplinare e dalle varie indicazioni già fornite. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 13/02/2020
    R: Richiesta di chiarimenti - DOMANDA 1: per effettuare il versamento dell'imposta di bollo tramite F23 si chiede di specificare il codice ufficio presso cui effettuare il versamento. RISPOSTA 1: Si rimanda al primo comma dell'art.15.1 del Disciplinare dove si legge "la domanda di partecipazione è redatta in bollo (l'assolvimento dell'imposta di bollo potrà, in alternativa, essere effettuata allegando scansione del modello F24 attestante il pagamento)...". Si consiglia di rivolgersi all'Agenzia delle Entrate per informazioni sul pagamento del bollo virtuale qualora non si intenda utilizzare la marca da bollo da apporre fisicamente sugli atti. DOMANDA 2: Ai fini della riduzione della garanzia provvisoria ex art. 93 del codice si chiede di confermare che l'importo possa essere ridotto di un ulteriore 20 percento, cumulabile con le riduzioni precedenti dell'art. 93 comma 7 D.lgs. 50/2016, con la presentazione del "marchio di qualità ecologica dell'Unione europea" (Certificato Ecolabel UE) ai sensi del regolamento (CE) n. 66/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009 per i servizi oggetto del contratto. RISPOSTA 2: Si conferma l'applicazione dell'art. 93 Codice appalti. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 13/02/2020
    R: Richiesta chiarimenti - DOMANDA: All'art. 21. APERTURA DELLE BUSTE B E C VALUTAZIONE DELLE OFFERTE TECNICHE ED ECONOMICHE del Disciplinare di Gara viene citata come causa di esclusione la mancata separazione dell'offerta economica dall'offerta tecnica, ovvero l'inserimento di elementi concernenti il prezzo in documenti contenuti nelle buste A e B; Nelle risposte alla richiesta di chiarimenti pubblicate in data 30.01.2020 e 05.02.2020 in merito all'inserimento del Progetto di Assorbimento all'interno dell'Offerta Tecnica con indicazione del trattamento economico riservato al personale della ditta uscente, si chiede la possibilità di eliminare l'indicazione del trattamento economico per i lavoratori in essere all'interno della Relazione Tecnica senza penalizzazione alcuna a livello di valutazione da parte della Commissione. La risposta fornita al chiarimento, tuttavia, non fornisce elementi certi circa gli elementi da inserire o meno nel Piano di assorbimento.Si sottolinea che la presente procedura aperta che segue il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa è ad alta intensità di manodopera. Con l'inserendo dei dati concernenti il trattamento economico riservato ai lavoratori in essere all'interno del Progetto di Inserimento nell'Offerta Tecnica si renderebbe evidente, in via anticipata, il valore del costo della manodopera stessa. Essendo quest'ultimo la parte più corposa dell'offerta economica, verrebbe meno il criterio circa la segretezza e la netta separazione tra l'Offerta Tecnica e l'Offerta Economica come da sentenza della la quinta sez. del Consiglio di Stato ( la sentenza n. 612 del 24 gennaio 2019), che orienta l'Amministrazione nel garantire sempre e comunque la correttezza del procedimento di individuazione del contraente mediante il presidio della segretezza dell'offerta, senza commistioni e/o anticipazioni tra quella tecnica e quella economica, in funzione dei principi di imparzialità. Si chiede pertanto conferma che i valori relativi al trattamento economico non debbano essere inseriti nel Piano di Assorbimento all'interno dell'offerta tecnica. RISPOSTA: Si rimanda alle Linee Guida dellAnac n. 13 ed in particolare al punto 3.5 dove si legge: "La stazione appaltante prevede, nella documentazione di gara, che il concorrente alleghi all'offerta un progetto di assorbimento, comunque denominato, atto ad illustrare le concrete modalità di applicazione della clausola sociale, con particolare riferimento al numero dei lavoratori che beneficeranno della stessa e alla relativa proposta contrattuale (inquadramento e trattamento economico). La mancata presentazione del progetto, anche a seguito dell'attivazione del soccorso istruttorio, equivale a mancata accettazione della clausola sociale con le conseguenze di cui al successivo punto 5.1. Il rispetto delle previsioni del progetto di assorbimento sarà oggetto di monitoraggio da parte della stazione appaltante durante l'esecuzione del contratto". Sulla base di quanto disposto da ANAC, nel Piano di Assorbimento del personale è richiesta l'indicazione del numero dei dipendenti dell'appaltatore uscente che beneficeranno della clausola sociale e della relativa proposta contrattuale, ovvero: quale CCNL verrà loro applicato; quale inquadramento verrà loro attribuito; quale trattamento economico verrà loro attribuito (se diverso dall'attuale), ecc. La specificazione va vista anche in relazione al criterio 1.4 "impegno ad assorbire il 100% del personale con impegno orario non inferiore a quello dell'appaltatore precedente". Né l'ANAC né la stazione appaltante chiedono di anticipare all'offerta tecnica la stima effettiva e complessiva del costo del lavoro. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 10/02/2020
    R: CHIARIMENTO PER SOPRALLUOGO - DOMANDA: si chiede conferma che al sopralluogo possano presenziare oltre che i dipendenti della società che presenterà offerta, anche i collaboratori esterni alla società, muniti di delega cumulativa. RISPOSTA: Per le modalità di effettuazione del sopralluogo si veda l'art. 11 del disciplinare. In particolare: "Il sopralluogo può essere effettuato dal rappresentante legale/procuratore/direttore tecnico in possesso del documento di identità, o da soggetto in possesso del documento di identità e apposita delega munita di copia del documento di identità del delegante. Il soggetto delegato ad effettuare il sopralluogo non può ricevere l'incarico da più concorrenti". Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 10/02/2020
    R: Richiesta chiarimenti - DOMANDA: Con riferimento al criterio di valutazione tecnica 3.1 e 3.2 Art. 18.1 del disciplinare, si chiede conferma che per il calcolo della percentuale si debba tenere conto del numero unitario offerto per ciascuna tipologia. Di seguito un esempio: N. 5 Aspirapolvere X con rumorosità inferiore a 60 dB, N. 2 Lavasciuga Y con rumorosità inferiore a 60 dB, N. 1 battitappeto Z con rumorosità superiore a 60 dB. Secondo il dettaglio riportato abbiamo N. 7 macchinari con rumorosità inferiore a 60 dB e N. 8 macchinari in totale. Avremo quindi l'87,5% di macchinari con rumorosità inferiore a 60 dB. RISPOSTA: L'attribuzione del punteggio verrà effettuata dalla Commissione, in base alle prescrizioni del disciplinare e degli atti di gara. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 05/02/2020
    R: Richiesta chiarimenti 3 - DOMANDA: Si chiede se all'interno del documento B Elenco dei prodotti possono essere allegate le schede tecniche e le schede di sicurezza dei prodotti offerti o se tale documentazione deve essere riportata in calce all'interno della Relazione Tecnica (si riporta quanto previsto dall'art. 16 del Disciplinare di Gara, La relazione di cui alla lettera a) non deve superare 30 facciate A/4 compresi gli allegati (ed esclusa copertina, indici, schede prodotti), carattere Arial, dimensione 12, e deve valorizzare soprattutto quanto indicato nei successivi punti, come punteggio discrezionale). RISPOSTA: Le schede fanno parte dell'offerta tecnica e non concorrono a determinare la lunghezza della relazione. Come precisato al punto 16, in fondo, l'offerta tecnica può consistere in uno o più file. DOMANDA: Si chiede conferma che le certificazioni per l'ottenimento dei punteggi tabellari 4.1/4.2/4.3/4.4 debbano essere riportare sia in calce alla relazione tecnica (come specificato nel chiarimento del 30/01/2020) sia all'interno del documento C Copia conforme delle certificazioni possedute. RISPOSTA: Si conferma. Si rimanda al punto 18.1. del Disciplinare e al chiarimento pubblicato il 30.01.2020. DOMANDA: Possono essere allegate le schede tecniche dei macchinari e delle attrezzature? RISPOSTA: Sì ma solo come integrazione (ad colorandum, per così dire). Però i dati salienti (cioè quelli che possono dar luogo a punteggio) vanno riportati chiaramente ed in maniera inequivoca nella Relazione tecnica; la Commissione non è tenuta a ricavare i dati dalle schede tecniche di macchinari ed attrezzature. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 05/02/2020
    R: Richiesta di chiarimenti - DOMANDA: con riferimento al chiarimento pubblicato il 30/01/2020, si chiede conferma che, per modelli di aspirapolvere progettati e commercializzati prima dell'annullamento del 8/11/18 della Corte UE e tutt'ora in produzione, sia sufficiente indicare in offerta l'eventuale possesso di etichettatura (ex) A, per la relativa attribuzione del punteggio tecnico. RISPOSTA: Si conferma: bisogna indicare la classe e la data indicativa di acquisto del bene. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 05/02/2020
    R: Richiesta chiarimenti 2 - DOMANDA: In virtù del chiarimento del 30/01/2020 in merito alla classe energetica dei macchinari si chiede se il punteggio di tipo quantitativo del criterio di valutazione 3.1 verrà attribuito solo in funzione della percentuale di aspiratori con consumo energetico in classe A o superiore (con riferimento ad un regolamento annullato da sentenza della U.E.) rispetto al totale degli aspiratori proposti, senza prende in considerazione altri macchinari (quali lavasciuga, monospazzole, spazzatrici, generatori di vapore, sistemi ad iniezione-estrazione) per i quali non esistono etichette energetiche. RISPOSTA: La percentuale verrà calcolata rispetto a tutti i macchinari proposti, come scritto nella risposta pubblicata in data 30.01.2020 cui si rimanda. DOMANDA: Dato che, come da chiarimento del 30/01/2020, il Progetto di Riassorbimento Sociale deve essere considerato all'interno delle 30 facciate della Relazione Tecnica, si chiede alla stazione appaltante se sia sufficiente riportare in tale progetto esclusivamente la tipologia di contratto, il livello contrattuale e le ore contrattuali settimanali in quanto altre informazioni di carattere economico (retribuzione) non possono essere fornite nell'Offerta Tecnica. Inoltre, dato che non è previsto un criterio specifico, si chiede in quale parte della relazione andare a posizionare tale progetto. RISPOSTA: La redazione del progetto è rimessa al singolo concorrente. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 31/01/2020
    R: Chiarimenti tecnici - DOMANDA: In riferimento al criterio tecnico 4.3 Possesso marchio ecologico Ecolabel UE per i servizi di pulizia di ambienti interni, si chiede conferma che la presentazione di documentazione rilasciata dall'Ente Certificatore in ordine all'imminente rilascio della Certificazione richiesta nel suddetto criterio tecnico, possa essere premiata al pari della copia autentica del Certificato stesso. RISPOSTA: Si rimanda ad analogo quesito ed alla relativa risposta pubblicati in data 30.1.2020. DOMANDA: In riferimento al criterio tecnico 4.1 si chiede come verrà attribuito il punteggio in caso di rating di legalità con 2 stellette ++. RISPOSTA: Verrà attribuito il punteggio stabilito per le 2 stellette, ovvero 2 punti. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 31/01/2020
    R: richiesta chiarimenti - DOMANDA: si chiede se, analogamente a quanto previsto a pag. 9 del Disciplinare, ultimo comma del punto 3, ossia: "Non è previsto alcun limite di partecipazione o di aggiudicazione ad un numero massimo di lotti, fermo restando che l'aggiudicazione avverrà nei limiti della fascia di classificazione posseduta" uguale principio possa essere adottato in riferimento al possesso della copertura assicurativa di cui al 7.2 del disciplinare. In definitiva si chiede se è possibile comunque partecipare a tutti e tre i lotti fermo restando che l'aggiudicazione avverrà solo nei limiti del massimale della copertura assicurativa posseduta. RISPOSTA: Si rimanda ad analogo quesito ed alla relativa risposta pubblicati in data 20.1.2020. DOMANDA: Si chiede ancora se invece fosse possibile aggiudicarsi tutti e tre i lotti, anche in assenza del massimale richiesto, e poi adeguare l'importo del massimale successivamente all'aggiudicazione. RISPOSTA: Si rimanda ad analogo quesito ed alla relativa risposta pubblicati in data 20.1.2020. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 31/01/2020
    R: RICHIESTA CHIARIMENTI - DOMANDA: Si chiede conferma che le offerte tecniche devono essere n°3 distinte per lotto. RISPOSTA: Si rimanda ad analogo quesito e alla relativa risposta pubblicati in data 30.1.2020. DOMANDA: Si chiede la possibilità di inserire la certificazione SA 8000 come alternativa alla certificazione Asseco richiesta in offerta tecnica, vista l'equivalenza delle due in merito alla regolarità delle imprese, al rispetto della normativa di legge in materia di lavoro, della contrattazione collettiva e della situazione contributiva nonché retributiva. RISPOSTA: Non è possibile. Si tratta di certificazioni simili ma non identiche. DOMANDA: In merito alla richiesta in offerta tecnica di Possesso marchio ecologico ECOLABEL UE per i servizi di pulizia di ambienti interni, la nostra azienda ha avviato l'iter di certificazione con ottenimento previsto per giugno (mese ipotetico di avvio dell'appalto secondo il disciplinare di gara). Si chiede pertanto se è sufficiente allegare la relativa documentazione ed integrare successivamente la certificazione ottenuta. RISPOSTA: Si rimanda ad analogo quesito e alla relativa risposta pubblicati in data 30.1.2020. DOMANDA: In merito al capitolo 3.1 Percentuale di apparecchiature che verranno utilizzate nello specifico appalto con consumo energetico in classe A o superiore rispetto al totale delle apparecchiature proposte: andranno indicati tutti i macchinari proposti e la classe di consumo energetico di ciascuno o, almeno, la classe di consumo di quelli in classe A o A+ A++ ecc. dell'offerta tecnica, si segnala che a seguito della Causa T-544/13 RENV 1 (Direttiva 2010/30/UE Indicazione del consumo di energia e di altre risorse dei prodotti connessi all'energia, mediante l'etichettatura ed informazioni uniformi relative ai prodotti Regolamento delegato della Commissione che integra la direttiva Etichettatura indicante il consumo d'energia degli aspirapolvere Elemento essenziale di un atto abilitativo) con sentenza del Tribunale del 08.11.2018 della Corte Europea, a partire dal 19.01.2019 l'indicazione della classe energetica dei macchinari è da considerarsi annullata. Pertanto si chiede cortesemente la rettifica della documentazione di gara. RISPOSTA: Si rimanda ad analogo quesito e alla relativa risposta pubblicati in data 30.1.2020. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 30/01/2020
    R: Richiesta chiarimenti - DOMANDA: In merito alla presentazione della garanzia provvisoria, in caso di partecipazione a più lotti, chiediamo se fosse possibile presentare un'unica garanzia. In caso di risposta affermativa chiediamo con che modalità debba essere presentata (se di importo equivalente alla somma dei lotti, o se di importo corrispondente al lotto di maggiore valore). RISPOSTA: In caso di partecipazione a più lotti, si può presentare un'unica cauzione provvisoria cumulativa con la somma degli importi garantiti e la specifica nell'oggetto di tutti i lotti cui si partecipa. DOMANDA: In ottemperanza alla legge 241/90 e s.m.i. si chiede di conoscere il nominativo dell'attuale fornitore del servizio, gli attuali prezzi di gestione del servizio oggetto di gara nonché copia della precedente delibera di aggiudicazione del servizio oggetto di appalto. RISPOSTA: Gli attuali aggiudicatari sono i seguenti: lotto 1: B &B SERVICE; lotto 2: Miorelli Service S.P.A.; lotto 3: Consorzio Integra Soc. Coop.; consorziata esecutrice Coopservice Soc. Coop.p.A. Si allega la determinazione dirigenziale n. 2018.152.4.0.44 del 26.2.2018 di aggiudicazione del servizio in oggetto. DOMANDA: Chiediamo conferma del fatto che le ore previste di 81.417, 67.784 e 48.475 siano da considerarsi come ore minime da garantire al personale, pena l'esclusione dalla gara. RISPOSTA: Sì, si tratta di ore minime, come si legge in calce a ciascuna tabella del punto 3 del disciplinare. DOMANDA: Chiediamo conferma del fatto che non sia prevista la fornitura del materiale igienico sanitario da parte della ditta aggiudicataria. RISPOSTA: Sì, si conferma. DOMANDA: Chiediamo di indicare il termine ultimo, se previsto, per effettuare il sopralluogo. RISPOSTA: Le modalità ed il termine ultimo per richiedere il sopralluogo sono disciplinati al punto 11 del Disciplinare. DOMANDA: Chiediamo la disponibilità delle planimetrie dei locali oggetto di gara; RISPOSTA: Tra i documenti di gara pubblicati sul sito della trasparenza del Comune, cui si rimanda, sono pubblicati i seguenti files cui si rimanda: Sedi e superfici lotti 1 2 3. DOMANDA: Chiediamo se è possibile includere allegati all'offerta tecnica (es. organigramma). RISPOSTA: Sì è possibile ma devono essere compresi nelle 30 facciate A/4, come si legge al punto 16 del Disciplinare. DOMANDA: Chiediamo di conoscere i costi generali, compresi i costi per la sicurezza, ed eventuali spese di pubblicazione a carico dell'aggiudicataria nonché ogni altro elemento ritenuto utile al fine di formulare l'offerta. RISPOSTA: Al punto 23, penultimo comma, del disciplinare è indicato l'importo presunto delle spese di pubblicazione pari a Euro 10.000,00. All'aggiudicatario verrà comunicato l'importo effettivo, nonché le modalità di pagamento. Le spese di pubblicazione saranno suddivise tra gli aggiudicatari dei lotti in proporzione al relativo valore posto a base di gara. Nel Disciplinare di gara sono indicati, per ciascun lotto, i costi degli oneri della sicurezza da interferenze non soggetti a ribasso che sono a carico della stazione appaltante. Al punto 17 del Disciplinare lett. b) si legge che la stima dei costi aziendali relativi alla saluti ed alla sicurezza sui luoghi di lavoro di cui all'art. 95,comma 10, del Codice devono essere indicati dai partecipanti. DOMANDA: Chiediamo l'ammontare delle spese contrattuali che si dovranno sostenere in caso di aggiudicazione (marche da bollo ecc). RISPOSTA: Al punto 23 del disciplinare, ultimo comma, si legge che tutte le spese contrattuali, gli oneri fiscali quali imposte e tasse, ivi comprese quelle di registro se dovute, sono a carico dell'aggiudicataria. Presuntivamente ammontano come segue: lotto 1: circa Euro 4.100,00; lotto 2: circa Euro 3.700,00; lotto 3: circa Euro 3.200,00. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 30/01/2020
    R: Richiesta chiarimenti - DOMANDA: Dato che: a seguito della sentenza dell'8 novembre 2018 della Corte UE, con la quale si accoglie il ricorso della Dyson, è stato annullato il regolamento di etichettatura degli aspiratori e la loro classificazione in Classi Energetiche; ulteriori macchinari da utilizzare per il servizio di pulizia (es. lavasciuga, monospazzole, spazzatrici etc.) sono privi anch'essi di tale classificazione; si chiede alla Stazione Appaltante di specificare meglio le modalità con la quale intende attribuire il punteggio tecnico Quantitativo relativo al criterio 3.1. RISPOSTA: La sentenza U.E. 8.11.2018 annulla l'etichettatura per problemi connessi agli aspiratori senza sacco. Pertanto, se vengono utilizzati aspiratori senza sacco o aspiratori prodotti dopo gennaio 2019, nella relazione dovrà venir indicata la data di produzione o la tipologia (senza sacco) ed una certificazione del produttore o un'autodichiarazione che i consumi sono tra i più contenuti e/o che sono equiparabili a quelli della classe A (o superiore) del regolamento annullato. Come previsto, "andranno indicati tutti i macchinari proposti e la classe energetica di ciascuno o, almeno, la classe di consumo di quelli in classe A o A+ o A++ ecc". DOMANDA: Si chiede alla Stazione Appaltante se il numero di pagine del Progetto di assorbimento del Personale possa essere escluso dal conteggio delle 30 facciate richieste per la stesura della relazione tecnica. Inoltre si chiede di specificare quali informazioni inserire all'interno dello stesso dato che, quanto riportato all'interno del punto 25 del Disciplinare (ovvero il trattamento economico) non può essere riportato all'interno dell'offerta tecnica. RISPOSTA: Il progetto di assorbimento del Personale non è escluso dal conteggio delle facciate richieste per la stesura della relazione tecnica. Per quanto riguarda le altre specificazioni richieste si rimanda alle Linee Guida dell'Anac n.13 ed in particolare al punto 3.5 dove si legge: "La stazione appaltante prevede, nella documentazione di gara, che il concorrente alleghi all'offerta un progetto di assorbimento, comunque denominato, atto ad illustrare le concrete modalità di applicazione della clausola sociale, con particolare riferimento al numero dei lavoratori che beneficeranno della stessa e alla relativa proposta contrattuale (inquadramento e trattamento economico). La mancata presentazione del progetto, anche a seguito dell'attivazione del soccorso istruttorio, equivale a mancata accettazione della clausola sociale con le conseguenze di cui al successivo punto 5.1. Il rispetto delle previsioni del progetto di assorbimento sarà oggetto di monitoraggio da parte della stazione appaltante durante l'esecuzione del contratto". DOMANDA: Sono stati eseguiti i calcoli per la definizione della base d'asta triennale dei 3 lotti. Per l'esecuzione degli stessi, si è tenuto conto delle superfici in m2 dei lotti forniti negli allegati e del valore/mq mese a base d'asta. Dai calcoli eseguiti è possibile notare una certa difformità tra l'importo a base d'asta e l'importo calcolato (tale difformità si riscontra anche nel calcolo dell'importo per il rinnovo biennale). Si chiede quindi alla Stazione Appaltante se tale interpretazione risulti corretta ed in ogni caso si richiedono maggiori informazioni in merito alla quantificazione degli importi a base d'asta. RISPOSTA: La quantificazione è stata effettuata tenendo conto del costo del lavoro, delle altre componenti di costo e lasciando spazio economico per eventuali proposte migliorative. DOMANDA: Si chiede alla Stazione Appaltante di specificare se il monte ore lavorativo minimo stabilito all'interno del disciplinare per i 3 lotti di gara, sia da considerarsi al netto degli istituti contrattuali previsti dal CCNL Multiservizi (es. ferie, malattie, permessi etc.) quindi equivalente alle Ore annue effettivamente lavorate o se tale valore sia da considerarsi al lordo e quindi equivalente alle Ore annue teoriche. RISPOSTA: Il valore orario è stato calcolato come da tabelle ministeriali relative al costo del lavoro del settore pulizia e multiservizi e pertanto si tratta di ore di servizio effettivamente lavorate, come indicato in calce ad ogni lotto (punto 3): "il numero minimo di ore lavorate è pari a...". DOMANDA: Data l'esiguità delle pagine a disposizione per la stesura della relazione tecnica e la necessità di illustrare al meglio i concetti, si chiede alla Stazione Appaltante di poter utilizzare nelle tabelle un carattere di dimensioni minore rispetto al valore 12 previsto dal disciplinare al punto 16. RISPOSTA: Nella stesura della relazione tecnica si chiede di rispettare il carattere e le dimensioni indicati al punto 16 del Disciplinare. DOMANDA: Si fa presente alla Stazione Appaltante che la struttura posta in Via Digione 1 (Settore affari globali, magazzino sartoria) rientra all'interno del territorio del Municipio Centro Ovest (quindi afferente al lotto 2) e non in quello del Municipio Centro Est (quindi afferente al Lotto 1). Si chiede alla Stazione Appaltante se trattasi di un refuso o di una scelta motivata. RISPOSTA: Non si tratta di un refuso. DOMANDA: Dato che per i punti 4.1, 4.2, 4.3, 4.4 della tabella di valutazione dell'offerta tecnica è previsto uno specifico documento ovvero il Documento C Copia conforme delle certificazioni possedute, si chiede se in relazione tecnica possono essere riportati semplicemente gli estremi delle certificazioni possedute. RISPOSTA: No. Devono essere allegate tutte le copie delle certificazioni possedute, come si legge al punto 18.1.: "per ottenere i punteggi relativi alle certificazioni, il concorrente dovrà allegare copia del certificato in corso di validità". Le copie non sono comprese nelle 30 facciate A/4, alla stregua della copertina, degli indici e delle schede di prodotti. DOMANDA: In merito ai punti assegnati per possesso della certificazione ECOLABEL per i servizi di pulizia di ambienti interni, si chiede se sono previsti punti per le aziende che potranno dimostrare di aver iniziato l'iter per il conseguimento della stessa. RISPOSTA: No. E' necessario possedere tutte le certificazioni, quindi anche il marchio Ecolabel, al momento della scadenza del termine per la presentazione dell'offerta, come si legge al punto 18.1 del Disciplinare. DOMANDA: pag. 22 del disciplinare: si specifica testualmente: Per ciascun singolo file da inviare e di cui è composta l'offerta, ciascun Operatore Economico ha a disposizione una capacità pari alla dimensione massima di 10 MB per il singolo file e di 30 MB per ciascuna Busta telematica. Nel portale invece viene riportato: Puoi caricare un allegato della dimensione massima pari a 15360 KB. Hai caricato documenti per 0 KB, e puoi caricare documenti per altri 102400 KB. Si chiede conferma che quanto scritto nel disciplinare sia un refuso e si debba considerare l'indicazione del portale. RISPOSTA: Per la risposta si invita a contattare l'Assistenza della Ditta Maggioli al numero telefonico 0422 267755. DOMANDA: in caso di partecipazione a più lotti, è corretto intendere che si possa generare un unico passoe con i cig dei lotti partecipati? RISPOSTA: Sì, si conferma. DOMANDA: in caso di partecipazione a più lotti, si può presentare un'unica cauzione provvisoria cumulativa con la somma degli importi garantiti e la specifica nell'oggetto di tutti i lotti partecipati? RISPOSTA: Sì, si conferma. DOMANDA: dato che a portale in ogni singolo campo si può caricare un unico file, è possibile caricare file zip? In caso di risposta positiva, è corretto intendere che tali files zip non debbano essere firmati digitalmente ma contenere all'interno i singoli documenti firmati digitalmente? RISPOSTA: Per la risposta si invita a contattare l'Assistenza della Ditta Maggioli al numero telefonico 0422 267755. DOMANDA: è corretto intendere che la busta amministrativa è unica mentre le buste tecniche ed economiche sono tante quante i lotti partecipati? RISPOSTA: Sì è corretto. Il RUP A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 27/01/2020
    R: chiarimento - DOMANDA: in merito al punto 7.2 REQUISITI DI CAPACITA' ECONOMICA E FINANZIARIA, ovvero Possesso, ai sensi dell'art. 83, comma 4 lett. c) del Codice, della copertura assicurativa per danni arrecati ai beni dell'Amministrazione appaltatrice o a terzi (compresi amministratori e dipendenti dell'Amministrazione) per un massimale non inferiore a n. due volte l'importo a base di gara, si chiede cortesemente conferma che sia possibile adempiere al requisito richiesto mediante la polizza RCT RCO già precedentemente in possesso dell'Operatore Economico e non sia necessario stipulare apposita polizza in favore del Comune di Genova. RISPOSTA: Non è necessario stipulare un'apposita polizza in favore del Comune di Genova. Il RUP
  • Pubblicato il 27/01/2020
    R: richiesta chiarimenti - DOMANDA: Con riferimento alla procedura di gara in oggetto, in particolare a quanto richiesto nel Disciplinare di gara: - al paragrafo 18.1 CRITERI DI VALUTAZIONE DELL'OFFERTA TECNICA, punto 4.1 possesso di rating di legalità, si chiede conferma che, tale certificazione in caso di partecipazione di un Consorzio fra società cooperative di produzione e lavoro e consorzi tra imprese artigiane art. 45, comma 2, lettera b), del D.lgs. 50/2016, debba essere posseduto esclusivamente dal solo Consorzio e non anche dalle imprese consorziate indicate quali esecutrici. RISPOSTA: Sì, si conferma. Il RUP
  • Pubblicato il 27/01/2020
    R: Richiesta di chiarimenti - DOMANDA: con riferimento al requisito di capacità economico/finanziaria relativo al possesso della copertura assicurativa per un massimale non inferiore a due volte l'importo a base di gara, si chiede di confermare che, nel caso di partecipazione a tutti i lotti, gli importi a base d'asta da prendere in considerazione siano quelli indicati al punto 3 del disciplinare di gara e che il massimale non debba quindi essere inferiore ad 7.806.338,04. RISPOSTA: Sì, si conferma. Il RUP
  • Pubblicato il 20/01/2020
    R: Richiesta chiarimenti - DOMANDA: al fine di partecipare alla gara in oggetto si chiedono chiarimenti in merito alla valutazione dei criteri tabellari di cui al Criterio C dell'offerta tecnica. Nel dettaglio, si chiede se verrà conferito il punteggio massimo a un RTI (composto da due aziende) dove un'azienda ha tutte le certificazioni richieste e l'altra ne possiede in parte. RISPOSTA: a pag. 33 del Disciplinare, ultimo comma del punto 18.1, si legge: "Per ottenere i punteggi relativi alle certificazioni, il concorrente dovrà allegare copia del certificato in corso di validità. In caso di RTI, il punteggio verrà attribuito integralmente se tutti i componenti del RTI possiederanno la certificazione. Altrimenti, verrà attribuito in modo proporzionale alla quota di partecipazione al RTI del soggetto che possiede il certificato". IL RUP: A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 20/01/2020
    R: Richiesta chiarimenti - DOMANDA: con la presente siamo a richiedere, con riferimento al paragrafo 4 della relazione tecnica, se in caso di ATI sia sufficiente all'ottenimento del punteggio massimo il possesso delle certificazioni richieste da parte della sola capogruppo. RISPOSTA: a pag. 33 del Disciplinare, ultimo comma del punto 18.1, si legge: "Per ottenere i punteggi relativi alle certificazioni, il concorrente dovrà allegare copia del certificato in corso di validità. In caso di RTI, il punteggio verrà attribuito integralmente se tutti i componenti del RTI possiederanno la certificazione. Altrimenti, verrà attribuito in modo proporzionale alla quota di partecipazione al RTI del soggetto che possiede il certificato". IL RUP: A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 20/01/2020
    R: chiarimenti - DOMANDA: in merito alla procedura in oggetto si richiede di specificare se è prevista la partecipazione a tutti e 3 i lotti, ed in caso positivo se i requisiti richiesti per ogni lotto dovranno essere sommati per poter partecipare o se può essere sufficiente essere in possesso del requisito relativo al lotto maggiore. RISPOSTA: A pag. 9 del Disciplinare, ultimo comma del punto 3, si legge: "Non è previsto alcun limite di partecipazione o di aggiudicazione ad un numero massimo di lotti, fermo restando che l'aggiudicazione avverrà nei limiti della fascia di classificazione posseduta". DOMANDA: Inoltre si chiede se in caso di partecipazione a più lotti è possibile che l'operatore possa aggiudicarsi tutti i lotti a cui ha partecipato o se può comunque essere aggiudicatario di un solo lotto. RISPOSTA: a pag. 15 punto 7.5 del Disciplinare si legge: "Qualora il concorrente partecipi a tutti i lotti e risulti primo in graduatoria in tutti, potrà aggiudicarseli solo qualora abbia una fascia di qualificazione che corrisponda alla somma del valore annuo di tutti i lotti. In mancanza, si aggiudicherà il lotto o i lotti in cui abbia ottenuto il miglior punteggio per l'offerta tecnica, fino al raggiungimento della fascia di qualificazione posseduta. Qualora il punteggio dell'offerta tecnica sia uguale per tutti i lotti, si aggiudicherà il lotto o i lotti di maggior importo economico, fino al raggiungimento della fascia di qualificazione posseduta". IL RUP: A.I.Gaggero
  • Pubblicato il 20/01/2020
    R: Chiarimento - DOMANDA: in merito al punto 7.2 REQUISITI DI CAPACITA' ECONOMICA E FINANZIARIA, ovvero Possesso, ai sensi dell'art. 83, comma 4 lett. c) del Codice, della copertura assicurativa per danni arrecati ai beni dell'Amministrazione appaltatrice o a terzi (compresi amministratori e dipendenti dell'Amministrazione) per un massimale non inferiore a n. due volte l'importo a base di gara, si chiede cortesemente conferma se in caso di partecipazioni a tutti i lotti il massimale richiesto non inferiore a n. due volte l'importo a base di gara sia comunque da riferirsi al lotto dal valore più alto e non dalla sommatoria di tutti. RISPOSTA: Il valore è riferito alla somma dei lotti per cui si partecipa. IL RUP: A.I.Gaggero

[ Torna all'inizio ]