[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 27/04/2021

Sezione Stazione appaltante

Comune di Genova
CAMPODONICO PIERANGELO

Sezione Dati generali

Procedura Aperta per l'affidamento in concessione dei servizi relativi alla gestione del Galata Museo del Mare, alla promozione e comunicazione del Mu.MA - Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni ed alla promozione dei Civici Musei di Genova - CIG : 8566238B37
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
13.118.500,00 €
31/12/2020
15/03/2021 entro le 12:00

Sottosezione Scadenze precedenti alla rettifica

Data scadenza Ora scadenza Data e ora operazione rettifica
18/02/2021 12:00 26/01/2021 15:48:45
G00428
In aggiudicazione

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
Busta tecnica
  • OFFERTA TECNICA
  • SCANSIONE CERTIFICATI IN CORSO DI VALIDITA'
  • DOCUMENTAZIONE COOPERATIVE SOCIALI TIPO B COINVOLTE
  • CV PERSONALE OFFERTO
  • DICHIARAZIONI E ATTESTAZIONI MUSEI

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 15/03/2021
    Comunicazione seduta del 16.03.2021 ore 14.30 - Si informa chi intendesse partecipare alla prima seduta pubblica della procedura aperta di cui all'oggetto che, a causa dell'emergenza sanitaria in corso, la seduta si svolgerà in videoconferenza tramite l'applicazione TeamLink: https://m.teamlink.co/7244662614 A fini organizzativi si richiede di comunicare entro domani 16.03.2021 ore 12:00, tramite il Portale ovvero via pec all'indirizzo acquisticomge@postecert.it, nominativi e numeri telefonici delle persone che assisteranno alla seduta, allegando altresì i relativi documenti di identità e le eventuali deleghe.
  • Pubblicato il 08/03/2021
    R: richiesta chiarimenti - DOMANDA 1) in merito al Capitolato 3 e alla redazione dell'offerta tecnica relativa ai servizi educativi, all'art. 3.4 "i percorsi educativi" si leggono 4 tipologie di attività che riportiamo qui: a) percorso divulgativo; b) attività ludica; c) laboratorio; d) attività di tipo virtuale. Nel format didattica CS3-A2, però, alla voce 2. "tipo di attività: scegliere tra le seguenti categorie" la selezione è tra: a) divulgativa; b) attività ludica; c) atelier; d) laboratorio. Si chiede se la voce c) atelier del format possa essere sostituita dalla voce di capitolato "attività di tipo virtuale" anche alla luce del fatto che nella tabella a pagina 17 del Capitolato n. 3, tra le tipologie di attività minime da garantire, ci sia appunto anche "attività di tipo virtuale" (non presente però tra le scelte del format) ROSPOSTA: Si conferma che le tipologie di percorso dei servizi educativi minimi da garantire sono: a) percorso divulgativo b) attività ludica c) atelier d) laboratorio come meglio descritte nell'allegato CS3 A2 al Capitolato speciale n. 3. Le attività virtuali potranno essere applicate e proposte per tutte e quattro le tipologie. DOMANDA 2) Nel Capitolato n. 3 all'art. 4.2 paragrafo 4 si chiede conferma che il punto d) dei requisiti del coordinatore dei Servizi Educativi "avere esperienza formalmente comprovata e almeno triennale in musei, svolta presso istituti culturali ed educativi in qualità di coordinatore di Servizi Educativi" sia da intendersi "avere esperienza formalmente comprovata e almeno triennale in musei o svolta presso istituti culturali ed educativi in qualità di coordinatore di Servizi Educativi" RISPOSTA: Si conferma che il Coordinatore dei Servizi Educativi dovrà avere esperienza formalmente comprovata e almeno triennale svolta presso musei o altri istituti culturali ed educativi in qualità di Coordinatore di Servizi Educativi. IL RUP CAMPODONICO PIERANGELO
  • Pubblicato il 04/03/2021
    R: richiesta chiarimenti - -DOMANDA 1: In riferimento all'assolvimento del bollo per la domanda di partecipazione, si chiedono i riferimenti per la compilazione del mod. F23, e in particolare il codice ufficio o ente da inserire nel campo 6. -RISPOSTA: per l'assolvimento del bollo tramite F23 occorre indicare codice Ufficio o ente "TLG", codice tributo "456T". -DOMANDA 2: In riferimento a quanto contenuto nel Disciplinare di gara relativamente alla compilazione della DOMANDA DI PARTECIPAZIONE, si notano delle incongruenze tra quanto indicato a pagina 18, Indicazioni per i consorzi di cui all'art. 45 co. 2 lett. b): "Sia il consorzio sia ciascuna consorziata indicata quale esecutrice della fornitura in caso di aggiudicazione, dovranno produrre in sede di gara, singolarmente le attestazioni e le dichiarazioni di cui al DGUE e congiuntamente la DOMANDA DI PARTECIPAZIONE", e quanto indicato a pagina 28, Domanda di partecipazione: "Nel caso di consorzio di cooperative e imprese artigiane o di consorzio stabile di cui allart. 45, comma 2 lett. b) e c) del Codice, la domanda è sottoscritta dal consorzio medesimo". Si chiede conferma che la DOMANDA DI PARTECIPAZIONE, in caso di consorzi di cooperative di cui sopra, debba essere compilata e sottoscritta solamente dal Consorzio. -RISPOSTA: Sì, si conferma. -DOMANDA 3: In riferimento alle Dichiarazioni finali del DGUE, si nota incongruenza tra quanto riportato nel Disciplinare di gara e quanto invece presente nel modello DGUE messo a disposizione dalla Stazione Appaltante, in particolare al punto 3. Si chiede conferma che il punto 3 presente nel modello DGUE sia un refuso ("di essere a conoscenza di non potersi avvalere del subappalto"), e che pertanto il subappalto sia consentito. -RISPOSTA: Sì, si conferma quanto indicato al punto 11 del Disciplinare di gara.
  • Pubblicato il 29/01/2021
    Chiarimento - -DOMANDA: In merito alla procedura telematica di caricamento dei documenti di offerta di gara, si richiede di chiarire se il sistema presenta un limite massimo di peso per singolo documento da caricare. -RISPOSTA: Per ciascun singolo file da inviare e di cui è composta l'offerta, l'Operatore Economico ha a disposizione una capacità pari alla dimensione massima di 15 MB per il singolo file e di 50 MB per ciascuna busta telematica.
  • Pubblicato il 29/01/2021
    CHIARIMENTI - -DOMANDA: In merito all'art 9.3 Requisiti di capacità tecnica e professionale del disciplinare di gara, viene richiesto il possesso dei requisiti nell'ultimo triennio precedente la data di pubblicazione del disciplinare a differenza di quanto richiesto nell'art 9.2, ultimi tre esercizi sociali, si richiede di confermare che: a. ai fini del possesso del requisito di cui all'art. 9.3 del disciplinare di gara il riferimento temporale è relativo agli ultimi tre esercizi sociali (2020-2019-2018). In caso contrario si richiede di specificare il riferimento temporale sia dell'art. 9.3, che dell'art. 9.3. -RISPOSTA: Si precisa che l'articolo 9.2 fa riferimento alla Capacità Economica e finanziaria. Per la comprova di tale requisito si conferma che il riferimento temporale è relativo agli ultimi tre esercizi sociali chiusi alla data di presentazione dell'offerta. L'articolo 9.3 fa invece riferimento alla capacità tecnica e professionale, per cui il riferimento temporale è differente rispetto a quello riportato al paragrafo 9.2, come da costante giurisprudenza in materia. Pertanto, ai fini della comprova del possesso della capacità tecnica e professionale, il riferimento temporale è l'ultimo triennio antecedente la data di pubblicazione del presente disciplinare di gara, e pertanto il periodo che va dal 31.12.2017 al 31.12.2020. -DOMANDA: In merito al BUSINESS CASE da produrre di cui alla tabella 13 del disciplinare di gara criterio B.1 e specificatamente alla descrizione riportata nel modello di offerta tecnica, si richiede di: a. confermare che la sala/padiglione per l'allestimento del percorso/progetto richiesto sarà in un secondo momento individuata. Nel caso contrario si richiede di pubblicare, dimensioni, caratteristiche, file dwg o pdf della sala/padiglione; b. pubblicare il dettaglio delle opere dell'attuale percorso, come citato nella descrizione in offerta tecnica, con relative immagini e caratteristiche. c. chiarire che -RISPOSTA: Si precisa quanto segue: a. Gli eventuali spazi per l'allestimento del progetto proposto saranno individuati successivamente alla stipula del contratto di Concessione, anche sulla base dell'idea progettuale proposta dall'aggiudicatario. b. Le opere dell'attuale percorso espositivo sono visitabili all'interno del museo e sono oggetto di sopralluogo obbligatorio. Si consiglia inoltre di visionare le informazioni riportate al sito www.galatamuseodelmare.it (sezione Esplora). c. La domanda è stata trasmessa incompleta per cui non è possibile formulare risposta. -DOMANDA: In merito all'art. 4.4.2 Sito Internet del Capitolato Speciale N. 1 si richiede di: a. specificare il fornitore, caratteristiche tecniche e funzionalità della piattaforma di e-ticketing esterna; b. di confermare che nessun costo/onere dall'utilizzo della piattaforma e-ticketing esterna è a carico del concessionario e che nessun costo/onere/prevendita verrà ribaltata sul visitatore/acquirente; c. di confermare che la vendita di biglietti attraverso la piattaforma di e-ticketing esterna sarà incassata direttamente dal concessionario su conto corrente dedicato, fermo restando quanto richiesto al punto b. In caso contrario si richiede di specificare il funzionamento della retrocessione degli incassi; d. di confermare che i contenuti e il dominio del sito del Galata Museo del Mare da acquisire dall'attuale gestore non presenta oneri/costi al concessionario. In caso contrario si richiede di specificare la risposta. -RISPOSTA: a. Il concorrente può alternativamente avvalersi del sistema di e-ticketing del Comune di Genova (a titolo gratuito), ovvero in alternativa, mettere a disposizione a proprio esclusivo onere e spese una piattaforma di e-ticketing esterna, in grado di garantire le funzionalità richieste nella documentazione di gara. Si rimanda inoltre al chiarimento del 22 gennaio 2021. b. In caso di messa a disposizione di una piattaforma di e-ticketing esterna, i costi della piattaforma sono a carico del Concessionario. I costi di prevendita dell'acquirente fanno parte delle politiche di marketing e definizione dei prezzi che verranno adottate dal Concessionario e concordate con il Mu.MA nei limiti dei prezzi massimi fissati all'appendice G del Disciplinare di gara. c. Si conferma che l'incasso dei biglietti sarà riscosso direttamente dal Concessionario. d. Si rimanda all'art. 4.4.2 punto 5 del Capitolato Speciale n. 1 Marketing e Comunicazione nel quale è già disciplinato che "Le pagine presenti sul sito del Comune di Genova dovranno essere rese disponibili tramite link esterno, aggiornate e implementate dal Concessionario. Il dominio e i contenuti del sito del Galata Museo del Mare dovranno essere acquisiti dall'attuale gestore e successivamente aggiornati e implementati dal Concessionario all'interno di un unico sito web, unitamente a quello del Mu.MA". Pertanto tutti gli eventuali costi correlati sono anch'essi a carico del Concessionario. -DOMANDA: In merito alla Tabella 13 del disciplinare di gara, criterio B.4.b e B.4.c si richiede di confermare che le proposte educative devono essere prodotte singolarmente utilizzando il format riportato nell'allegato CS3-A2-FORMAT DIDATTICA, e che le singole proposte possono essere messe in un allegato all'offerta tecnica, senza rientrare nel limite delle 40 facciate, senza pregiudicare la valutazione delle stesse. In caso contrario si richiede di chiarire. -RISPOSTA: Si chiarisce che anche le proposte educative sono escluse dal conteggio complessivo delle 40 facciate. -DOMANDA: In merito alla Tabella 13 del disciplinare di gara, criterio B.2.a vengono richieste proposte di professionalità aggiuntive rispetto a quelle minime richieste nel capitolato speciale. Si richiede di confermare che per le figure aggiuntive proposte NON serve allegare i relativi curriculum. -RISPOSTA: Con riferimento al criterio B.2 per Marketing e Comunicazione, oltre ai CV delle professionalità minime, dovranno essere prodotti anche i CV delle professionalità aggiuntive, così come già richiesto nel modello di offerta tecnica Sez. B.2.a. Si chiarisce inoltre che anche per i Servizi Educativi dovranno essere prodotti i CV delle figure professionali aggiuntive, sempre nel rispetto del modello di offerta tecnica, Sez. B.4.a. -DOMANDA: In merito all'Art 3.2 Bigliettazione comma 10., 11. si richiede di confermare che lo strumento abilitato all'emissione dei biglietti (sistema informatico) in uso presso la Concedente, possegga le funzionalità di reportistica richiesta. -RISPOSTA: Lo strumento messo a disposizione dalla Concedente possiede le funzionalità di reportistica numerica, tenendo traccia del numero e della tipologia di biglietti emessi. Si rimanda al chiarimento del 22 gennaio 2021. Il RUP P.Campodonico
  • Pubblicato il 27/01/2021
    COMUNICAZIONE DI PROROGA TERMINI - Si comunica che è stata disposta la proroga dei termini per la presentazione delle offerte, come da Determinazione Dirigenziale ed Avviso di proroga pubblicati tra gli atti di gara.
  • Pubblicato il 22/01/2021
    R: CHIARIMENTO SU SISTEMA INFORMATICO IN OFFERTA TECNICA - DOMANDA: In riferimento al criterio di valutazione B.3 SERVIZI MUSEALI CAPITOLATO SPECIALE N. 2, ed in particolare al dettame contenuto nel punto 5. dell'art. 3.2 del Capitolato Speciale n.2, si richiedono tutti i dettagli tecnico/funzionali (architetture, specifiche, etc) per poter analizzare "il sistema in dotazione agli altri Musei Civici", al fine di comprendere ed eventualmente individuare e valutare le interfacce hw/sw necessarie al corretto espletamento del servizio di biglietteria. - RISPOSTA: Il sistema di bigliettazione attualmente in uso è gestito dalla società T.O.S.C. TicketOne Sistemi culturali e si avvale di un software di proprietà della società che viene installato su normali personal computer con SO windows in dotazione presso le biglietterie dei civici musei. Per l'emissione dei titoli di accesso, ai personal computer sono collegate stampanti termiche BOCA System che stampano i dettagli dei vari biglietti su modelli prestampati. Il software e le stampanti vengono fornite dal Comune di Genova. Oltre all'acquisto del biglietto cartaceo in loco, è attivo il servizio di bigliettazione on-line Genova City pass gestito da Liguria Digitale. I biglietti emessi on-line riportano un codice a barre tracciabile tramite smartphone o altro device analogo, pistola ottica o tappetino magnetico e si avvale di un software disponibile on-line da qualunque pc e accessibile tramite credenziali personalizzate (comunicate da Liguria Digitale ai gestori). I device per la lettura del codice a barre vengono forniti dal Comune di Genova. Sarà operativa a breve una nuova piattaforma di gestione della biglietteria on line integrata e in dialogo con il servizio Genova City Pass di Liguria Digitale. Alla luce di quanto sopra descritto, al soggetto gestore sarà quindi richiesto solo di dotare la biglietteria del Galata Museo del Mare di uno o più computer e della relativa connessione internet. L'infrastruttura per la connessione dei PC in rete (cablaggio) è già presente. IL RUP Dott. Pierangelo Campodonico
  • Pubblicato il 20/01/2021
    R: CHIARIMENTO SU BUSINESS CASE IN OFFERTA TECNICA - DOMANDA: In riferimento al criterio di valutazione B.1 e ai contenuti dell'Allegato 8 - Modello_offerta_tecnica, si richiede di chiarire come la SA intende trattare il fatto che, nel redigere un qualsivoglia business case, sia necessario effettuare un'analisi costi/benefici dello scenario (o dei vari scenari) illustrato. In particolare, ben consci che nell'Allegato 15 - PEF-OFFERTA ECONOMICA_vdef dei documenti di gara sono presenti i campi per indicare i costi "relativi alle proposte e soluzioni contenute nel Business Case (offerta tecnica)" e, nel campo "... (altro specificare)", i ricavi previsti, si chiede conferma che non sarà motivo di esclusione includere nel business case indicatori almeno come "% dei visitatori paganti in più" o "% di maggiore incassi" derivabili dal progetto presentato, con la trattazione dei razionali che portano a stimarli. In alternativa, si chiede di indicare nel dettaglio i contenuti attesi per il criterio B.1, almeno lì dove non ci sia una netta distinzione tra contributi "puramente tecnici" (la struttura della proposta) e contributi "economici" (come si ripaga l'investimento, a meno che non si debba ritenere un puro costo senza la possibilità di incassi aggiuntivi). RISPOSTA Si conferma, così come già riportato nella tabella n. 13 del Disciplinare di Gara, relativa ai punti tecnici discrezionali, che il business case verrà valutato puramente sotto il profilo tecnico e sotto il profilo dellimpatto stimato (ritorno dallinvestimento). Tale valutazione verrà effettuata sulla base di indicatori e valori obiettivo operativi, quali, ad esempio, laumento dei visitatori e il complessivo posizionamento per il Galata Museo del Mare. Pertanto, nella sezione del business case da compilare allinterno dellOfferta tecnica (come da allegato Modello di offerta tecnica, Sez. B.1.a) non dovranno essere contenuti importi economici relativi ai costi e ai ricavi del business case stesso. Gli importi economici dovranno invece essere richiamati allinterno dellallegato 15 relativo al PEF. Nellofferta tecnica possono quindi essere riportati il dettaglio delle soluzioni e degli interventi previsti, degli indicatori operativi di impatto e dei relativi razionali con cui sono stati costruiti gli indicatori, quali ad esempio gli indicatori relativi alla maggiore potenzialità di attrazione di visitatori e di posizionamento complessivo del Galata Museo del Mare. Quindi come già detto, i relativi valori economici (costi e ricavi) dovranno invece essere contenuti e dettagliati nelle apposite sezioni dell'offerta economica. Il Rup P. Campodonico
  • Pubblicato il 15/01/2021
    R: CHIARIMENTO SU MODELLO OFFERTA TECNICA - DOMANDA: facendo riferimento ai dettami contenuti nell'art. 19. CONTENUTO DELLA BUSTA B: OFFERTA TECNICA del Disciplinare di Gara e allo schema contenuto nell'Allegato 8, si chiede conferma: - che le facciate disponibili per i criteri discrezionali siano 40 (come indicato nel Disciplinare) e non 30 (come indicato nell'Allegato 8) - che nelle 40 facciate disponibili indicate in Disciplinare siano sempre esclusi i criteri tabellari, copertina, eventuale indice, grafici, cv e tabelle - che eventuali grafici, tabelle e cv possano anche essere presentati in un ulteriore capitolo allegato al fondo della Relazione Tecnica, non concorrendo al calcolo complessivo delle pagine - che intestazione e piè di pagina di ogni facciata della Relazione Tecnica possano essere rappresentate a piacere, ferma restando l'obbligatorietà del solo numero di pagina nel piè di pagina e il rispetto di margini, dimensione e tipologia carattere come prescritto. -RISPOSTA: Si conferma che: - le facciate a disposizione per la redazione della relazione tecnica, come correttamente indicato nel disciplinare sono 40 (quaranta); - sono esclusi dal predetto conteggio i criteri tabellari, copertina indice e cv, grafici e tabelle; - grafici, tabelle e CV e l'ulteriore documentazione a comprova, richiamata nei punti b, c, d, e del paragrafo 19 del Disciplinare di gara possono essere presentati separatamente come allegati della relazione; - intestazione e piè di pagina di ogni facciata della Relazione Tecnica possono essere rappresentate a piacere, ferma restando l'obbligatorietà del solo numero di pagina nel piè di pagina e il rispetto di margini, dimensione e tipologia carattere. Il RUP P.Campodonico
  • Pubblicato il 13/01/2021
    PRECISAZIONE - Con riferimento alla tabella presente a pagina 40 del Capitolato Speciale n. 1 - Servizi di Marketing e comunicazione - si precisa che, nella tabella denominata: "Valori storici e obiettivo Y1 per i principali KPI", i dati corretti per gli anni dal 2017 al 2020 di cui alla riga 1 "Numero visitatori paganti Galata", escludendo dal conteggio le attività educative dell'anno solare di riferimento, sono i seguenti: INDICATORE: Numero visitatori paganti Galata (escluse attività educative); Valore 2017: 119.537; Valore 2018: 107.516; Valore 2019: 110.964; Valore 2020: 40.032. Di conseguenza, il numero di fruitori di servizi educativi deve essere considerato separatamente rispetto al Numero dei visitatori paganti Galata. Tutti i restanti dati riportati nella tabella restano invariati. Il RUP P. Campodonico - Il Direttore P. Castagnacci
  • Pubblicato il 11/01/2021
    R: Richiesta chiarimenti - Domanda: Chiediamo chi sia l'attuale gestore dei servizi oggetto della presente procedura Risposta: L'attuale gestore dei servizi museali, dei servizi educativi, delle pulizie e del marketing del Galata Museo del Mare è Costa Edutainment S.p.A. in qualità di Capogruppo mandataria del Raggruppamento Temporaneo d'Impresa tra Costa Edutainment S.p.A. e Solidarietà e Lavoro Società Cooperativa Sociale ONLUS. Gli altri servizi oggetto del bando di gara al momento non sono oggetto di affidamento a terzi. Il RUP Dott. Pierangelo Campodonico

[ Torna all'inizio ]